Potenza come una donna sedotta e abbandonata.

Potenza vive in questi giorni il suo avvicinamento alle elezioni di maggio nel caos più profondo. Per la prima volta potrebbe consumarsi una sfida civica piuttosto che politica tra le due coalizioni fondamentali.

Cosa buona e giusta, sostanziata dall’assenza delle Primarie di coalizione, soprattutto perché qui da noi la politica ha fallito: in Città come in Provincia ed ancor di più in Regione. La politica quella vera in Basilicata non esiste perché la Basilicata è stata più volte sfruttata, dai nostri presunti politici, per fare percorsi di politica romana. Inutile fare nomi che sono sotto gli occhi di tutti con una terribile evidenza: la nostra “non politica” ci ha regalato una Regione fanalino di coda in Italia ed in Europa.

Potenza, poi, viene da 30 anni di politica ad-personam, più precisamente ad-familia, che ha reso la città più brutta, meno vivibile e quasi ormai destinata alla non salvezza. Nel tempo, è vero, qualcosa è stato fatto ma semplicemente volto al proliferarsi del mattone e delle piazze pagando il pesante prezzo di rinunciare al ruolo di Città – Regione. Colpa dell’io politico, della peggior specie.

Da oltre 12 mesi ho sottolineato l’importanza di tavoli di lavoro sia nel centrodestra che nel centrosinistra volti a #Potenza2014 per #Potenza2020 ma è stato un fallimento totale. Il centrosinistra fino ad oggi praticamente ha fatto di tutto per non esistere ed il centrodestra invece non ha fatto nulla per iniziare ad esistere in città. È normale quindi che, per assurdo, lì dove c’è la carenza della politica interviene la società civile come si sta paventando in queste ore: una sfida tra l’Avvocato Petrone ed il Dottor Cannizzaro per le amministrative di maggio.

Una scelta forse importante e che vedrà, nonostante le sfaccettature sfidarli sulla città e sulle politiche per la città. Non sarà una lotta tra transfughi e Volta & Gabbana ma una sfida tra due personalità diverse ma al tempo stesso forti entrambi e capaci di non far vivere la “sindrome della sedotta e abbandonata” alla città di Potenza, come invece hanno fatto i precedenti e sarebbero capaci di fare taluni pretendenti ormai inesorabilmente fuori dalla gara.

Il Dottor Michele Cannizzaro, poi, è la scelta migliore possibile per l’area alternativa al centrosinistra: unica persona capace di aggredire quel “Sistema” ed imporre ordine alla macchina amministrativa, ottimo manager e grande lavoratore. Il candidato che serve per competere davvero e soprattutto poterci credere.

Bisogna abbandonare ogni pregiudiziale ed avere coraggio, la città ha bisogno di una scelta di campo importante.

Personalmente, nonostante la richiesta di due forze politiche del centrodestra, ufficialmente non farò la scelta di candidarmi alla carica di Consigliere Comunale per la città del mio cuore che merita mille e più attenzioni che, per il momento, non ho la capacità di darle per delle scelte professionali che mi portano a starne distante per gran parte del mio tempo. Preferisco supportare quelle forze umane buone capaci di dare un contributo importante a chi avrà l’onere e l’onore di governare questa città che ha bisogno di una persona in grado di darle ordine e, soprattutto, buona amministrazione per una #Potenza2020 città della felicità e del benessere.

Apparso su “Il Quotidiano della Basilicata” di domenica 30 marzo 2014.

20140330-155128.jpg

Una risposta a "Potenza come una donna sedotta e abbandonata."

Add yours

  1. L’ha ribloggato su Gianvito Scaringie ha commentato:
    Potenza come una donna sedotta e abbandonata (di F. Lottino)
    “Il centrosinistra fino ad oggi praticamente ha fatto di tutto per non esistere ed il centrodestra invece non ha fatto nulla per iniziare ad esistere in città. È normale quindi che, per assurdo, lì dove c’è la carenza della politica interviene la società civile come si sta paventando in queste ore: una sfida tra l’Avvocato Petrone ed il Dottor Cannizzaro per le amministrative di maggio.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: